Novità legislative

 

Protocollo d'intesa Ordine degli Avvocati di Napoli, Diocesi di Napoli e  Comunità di Sant’Egidio in favore dei soggetti più deboli

 

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, la Diocesi di Napoli e la Comunità di Sant’Egidio di Napoli hanno rinnovato il Protocollo di Intesa per l’istituzione dell’Osservatorio Giuridico, di Ascolto e di Orientamento sui Diritti Sociali dei Soggetti Vulnerabili.

 

l’Osservatorio è un progetto innovativo a livello nazionale diretto a:

 

- fornire un servizio qualificato di ascolto e di orientamento legale delle persone più deboli– per condizioni personali, sociali ed economiche - per favorire l’interazione con il complesso sistema della giustizia;

- attivare un centro di “osservazione del disagio” attraverso il monitoraggio, l’analisi ed il reporting delle problematiche specifiche attinenti la tutela dei più poveri, delle persone in svantaggio sociale, dei detenuti, ex detenuti, immigrati, per promuovere e/o contribuire alla normativa di riferimento, per la migliore tutela delle questioni sociali.

 

 

Per informazioni rivolgersi alla segreteria dell'Ordine, con sede presso il Tribunale di Napoli:

Centro direzionale,  Piazza Coperta, 80143 Napoli Tel. 081 734 37 37

     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

26.07.2019

 

Ultime novità in tema di “stalking” ( c.d. "codice rosso")

E' stata pubblicata la legge 19.07. 2019 n° 69 ( G.U. del 25 luglio) denominata “codice rosso” ed entrerà in vigore il prossimo 08 agosto.


Riservandoci di approfondire successivamente tutti i molteplici profili della nuova normativa, vanno qui subito segnalate alcune rilevanti novità della materia.


Il legislatore ha introdotto diverse norme che prevedono un percorso investigativo preferenziale in tema di stalking, violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia, con l'importante conseguenza che potranno essere emessi provvedimenti di protezione molto più rapidamente.


La polizia giudiziaria, appena ha acquisito la notizia di reato, dovrà obbligatoriamente riferire al p.m. di turno, anche solo in forma orale.
In caso di violenza domestica o di genere, il p.m. procedente entro tre giorni dall'iscrizione della notizia criminis, dovrà obbligatoriamente sentire la persona offesa o chi ha sporto denuncia per i fatti costituenti reato.


Molto opportuna è stata anche la modifica ai termini per la proposizione della querela ( da sei mesi a 12) in caso di violenza sessuale mentre la pena per il delitto di "stalking" prevede l'aumento del massimo edittale a sei anni e sei mesi.

Tra le nuove figure di reato particolare attenzione meritano la nuova ipotesi di "Revenge porn" (diffusione illecita di immagini sessualmente esplicite) e quella di lesioni permanenti al viso con deformazione dell'aspetto estetico della vittima.